24.12.10

It's almost time - Christmassss

Molto probabilmente se adesso mi trovassi nel pressi di Betlemme circa 2000 anni fa prenderei il mio Iphone e inizierei a fotografare ogni cosa. Poi pubblicherei stati personali su twitter such as"...aspettando che nasca..." oppure "offrendo una birretta ai re magi..." ma mi sa che devo accontentarmi (e lo faccio pienamente) di un cenone di 24 persone con tutti i miei parenti :D Auguro a tutti un buon Natale. Spero che possiamo trascorrerlo con piena serenità.. Vi inserisco una scena del mio capovaloro (???) che ho tagliato per mancanza di ispirazione "continuativa" :D

"... eppure ...
Era stata qui. Proprio in questa stanza. Riuscivo ad avvertire il suo dolce profumo che avvolgeva come un velo invisibile quella piccola camera. Una sensazione che si può provare soltanto vivendola.
...
Era stata qui? Nessun oggetto era stato spostato e non avevo alcuna prova della sua venuta, tranne quell'intenso suo ricordo che aleggiava in lungo e in largo. Ero pazzo? Sentivo l'odore della sua pelle o era solo una mia deformazione mentale? La risposta giunse subito... istantaneamente.
...
Era stata qui! Mi bastò alzare le coperte per trovare un foglio di carta piegato. Sembrava una di quelle pagine strappate da un diario medico che danno in omaggio alcuni studi ospedalieri e neppure un attimo trascorse per capire di chi fosse quella scrittura ed iniziai a leggere...
...
Ciò che lessi fu fantastisco..."

13.12.10

Before Christmas

Esistono emozioni che possono essere provate soltanto se il nostro cuore "accantona" i ricordi; se li colloca il quel grande cassettone del passato. Ciò che accade nell'attimo in cui tutto quel calore, tutto quell'amore esplodere improvvisamente, è fantastico....
Basta un semplice sguardo o un breve saluto...
E' difficile da spiegare...
Vi basti sapere che ho rivisto i miei parenti americani e la gioia è stata immensa, come lo è stata per tante altre cose che stanno accadendo in questo periodo. Sembra quasi che quel piccolo organo che si trova il mezzo al mio petto inizi a pompare differentemente, con una regolarità diversa dai ventidue anni precedenti...
Anche se non ho fatto l'albero natalizio, ne addobbato siti vari, blog e stanze... (per la prima volta in tutta la mia vita) credo che questo sia decisamente uno dei migliori Dicembre di sempre :D
L'inverno scorso c'era troppa depressione, quello passato ancora c'era troppo illusione... Questo Natale è diverso.
Sarà l'aria...
la divina conoscenza...
la parentela straniera...
non necessito di regali, ne di soldi, ne di tutte le cose materiali... fino a qualche anno fa aspettavo con ansia di ricevere un dvd di streghe, un cd musicale, un libro, vestiti e quant'altro... questa volta necessito di quel calore, di quel tepore che è rimasto chiuso dentro quel cuore e che può essere risvegliato solo da coloro che mi stanno accanto e che mi lovvono tanto... I love u so much!!!!!! xD

10.12.10

Ein Traum

Dove sono? Chi mi ha portato in questo luogo?
Non ero più in quella ridente cittadina di mare in cui crebbi e conobbi le persone più importanti della mia vita. Non sentivo più il profumo degli alberi né il calore dei raggi del sole.
Mi accorsi subito che mi trovavo in un mondo parallelo, in una diversa Messina. Una zona spenta, cupa e priva di emozione. Tanta era l'aria diversa che sembrava essere quasi dentro l'ambientazione di un film grottesco; infatti la mia vecchia casa sembrava abbandonata ed io la osservavo dalla strada sperando di vedere una luce apparire dalla finestra della mia stanza.
Il lugubre silenzio fu interrotto da uno scalcinante rumore continuo.
"Prendetelo!" sentì urlare da una delle vie che intersecavano la zona.
Il mio cuore sussultò e non appena vidi delle gente correre verso di me, iniziai a correre fino ad arrivare nella casa di una ragazza che conoscevo da poco tempo... Il suo volto era rigato dalle lacrime ma appena mi vide mi abbraccio e inizio subito a spiegare come fare per andare via.
In mano aveva una sorta di oggetto esagonale e ripeté più volte che l'unico modo per scoprire il sacro portale e tornare nel mio mondo era quello di aprire quell'oggetto esagonale in cielo e lanciarmi dalla terrazza di casa mia verso quell'oggetto.
Dovevo stare attento ai "Mangiatori"...[ persone che volevo uccidermi]...
Tornai di sera nel luogo che chiamavo "casa" e raggiunsi la terrazza. Presi l'oggetto esagonale e lo lanciai in cielo. Un vortice elettrico apparve nel vuoto, cielo e terra sembravano unificarsi e sentì dalle scale lamenti e gemiti. Stavano arrivando.
Mi appoggiai sul bordo della terrazza, ma una voce mi bloccò. Non avevo mai sentito quella tonalità così dolce in quella persona.
"Resta qui... ti prego"
Sapevo chi era. Ma non avevo più la forza di guardarla in faccia.
Presi un respiro e saltai verso il vortice...

L'ultima stagione - Don Robertson

Ricevere in dono un libro è davvero un momento speciale. Magico. Felice. Un libro ha la potenzialità di attraversare le parti più prof...