18.6.13

"Man of Steel" - 58° Film Festival di Taormina

Sabato 15 Giugno.
Partenza: Messina.
Arrivo: Taormina
Causa: Anteprima "Man of Steel"

Arrivati a destinazione continuiamo a vagare per le strade impervie della cittadella. Il nostro primo pensiero fu: "Ma dove si parcheggia a Taormina?" e così cerchiamo di trovare un abitante NON turista del posto (che equivale a cercare una conchiglia in una spiaggia).

Secondo una nostra tradizione, chiediamo l'informazione al primo passante che ci capita e puntualmente dimentichiamo l'indicazione stradale... (Ma dove ha detto che si girava alla prima a destra? O alla seconda?) Così passiamo alla seconda fase e magari ripetiamo l'iter per tre/ quattro volte.  Dopo aver assimilato l'informazione parcheggiamo e ci dirigiamo verso la biglietteria. Facciamo varie foto alla statua formato umano di Superman e ci dirigiamo al teatro greco per ispezionare la zona e pianificare il nostro piano "acchiappa il posto perfetto". Ci nutriamo di panini e ci mettiamo in fila in attesa.

Improvvisamente appare il gladiatore Massimo con scarpe da tennis e tuta che cammina fiero scortato da guardie del corpo. Al suo arrivo si è scatenato l'inferno!!! 
Gente che  urlava il suo nome, ragazze che iniziavano a fargli complimenti in vari dialetti siculi e una folla di gente (noi compresi) lo pedina e scatta migliaia di foto, paparazzi style... Oltre dieci minuti di inseguimenti e scatti vari fino ad arrivare al Bel Panorama dove Russell Crowe decide di fermarsi per fare rifornimento di calorie: granita + insalata (il cibo dei duri)!!
Ovviamente non manca il genio di turno che si avvicina e chiede:
"Ma chi c'è di così importante?"
"Russell Crowe?"
"Crowe? Chi è? E' importante??
"Beh, direi. Il gladiatore???"
"Ehm..."
"Robin Hood?"
"Forse non conosco" 
Il discorso si interrompe quando Russell si avvicina ad una coppia di sposi per farsi una foto. Nessun autografo è stato rilasciato!

Decidiamo, dunque, di abbandonare il divo per tornare a fare la fila. Abbiamo aspettato ore ed ore schiacciati l'un l'altro ad ascoltare discorsi "nerd" sul 127° numero di Superman o sulle possibili scene che avrebbero suscitato scalpore tra i fan(S). Alle 8.30 circa la porta del teatro si apre e come tanti animali affamati andiamo alla ricerca del "posto perfetto". Una volta seduti aspettiamo l'arrivo dei divi e come al solito troviamo sempre intrigato Ronn Moss, una presenza onnipresente ( e direi immortale) dello spettacolo mondiale!!!
In seguito entrano i vari attori e Russell ci delizia del suo fluente italiano! Salgono sul parco Superman, Lois, Zod, il regista e salutano sorridendo. Il pubblico è in delirio.
Per vedere la presentazione d'apertura: Clicca qui

Inizia il film. *applausi
E' in inglese sottotitolato. *applausi
Kal-El parla. *applausi
Un panorama. *applausi
E BASTA DIOSANTOARZZZZ!!!!!

Le postazioni erano così scomode che ancor oggi mi sento le chiappe come se fossero due melanzane sott'olio post schiacciatura!

Superman impara a volare. *applausi
Superman mostra i suoi poteri. *applausi
Superman bacia Lois. *applausi
Superman fa il "iosonomrmuscolo". *applausi
(in quel momento avrei tanto voluto sbattere le teste delle due oche inglesi che avevo davanti a me che non facevano altro che ridere ed applaudire)




Dopo oltre due ore di scene d'azione e di combattimenti il film finisce. *____* Lo voglio rivedere. Subito!!!!
Usciamo dal teatro stanchi ed afflitti per la fine del film e decidiamo di mangiarci una pizza (?) che poi si è rivelata pizzettina/surgelata mignon che costava un rene e mezzo.