19.12.14

"Non commettere atti impuri": Il comandamento che NON esiste!

Tralasciando i fantastici messaggi d’amore presenti in ognuno dei dieci comandamenti, mi voglio focalizzare sull’invenzione del comandamento “non commettere atti impuri”. 
Bisogna stare molto attenti nella lettura della Bibbia poiché purtroppo i traduttori hanno corrotto l’antico messaggio che ci è stato tramandato creando dei dogmi inesistenti…
Ovviamente non ci vuole un genio per capire che le traduzioni bibliche (come tutte le traduzioni in genere) sono sempre state molto “soggettive”…


Pochi giorni fa Roberto Benigni ha spiegato in due serate sulla rai i dieci comandamenti, cercando di farci aprire gli occhi. Anche se egli va contro molte ideologiche che ci sono state inculcate nei nostri poveri cervelli, è innegabile la straordinaria influenza che ha avuto in televisione. Tuttavia non bisogna vedere Benigni come un profeta. Lui è stato soltanto un tramite.   Un grande oratore. Un mezzo mediatico che ha permesso di far riflettere tutte le persone che hanno accettato passivamente un messaggio “cristiano” basato su parole inesistenti. Il suo spettacolo è stato un comunicato eccezionale. Un inno appassionato all'amore, alla ricerca della vita e della felicità…. e cosa più importante….  LA VERITA’ TESTUALE DELLA BIBBIA
Prima di iniziare a discutere dell’argomento vorrei sottolineare che molti si sono lamentati dei soldi dati a quest’uomo… 
Vorrei ricordare che la RAI è un’azienda, come molte altri, ed ha investito 4 milioni per poi guadagnarne il doppio. Benigni fa il suo mestiere e molti attori nel mondo del cinema internazionale ricevono eguali compensi. Il problema di fondo è che siccome non si riesce ad attaccare lo straordinario  messaggio inviatoci, si tenta sempre di criticare in qualche modo e si trova terreno fertile nell’ambito del “dio-denaro”.
Ma a noi non importa cosa fa questa persona di questi soldi, ciò che importa E’ IL MESSAGGIO. 
Anziiiiiii aggiungo di più... Per la verità NON C'E' PREZZO!!! Per aiutare il popolo ad uscire da questa oppressione mentale la Rai dovrebbe pagarlo ogni settimana per rivelare tutte le straordinarie realtà contenenti nel libro più bello del mondo.
Il monsignor Rino Fisichella afferma inoltre che Benigni “è stato un comunicatore eccezionale. Ha coniugato fede e cultura come raramente si riesce a fare ed ha portato un tema non facile, quello dei comandamenti, nelle case degli italiani, ha aiutato a riflettere. Anche noi uomini di Chiesa”.
A noi non interessa chi è che parla. Non interessa se pochi anni prima aveva un'altra mentalità...
E’ importante il testo. Un testo che è stato deturpato nei secoli e questo E’ INNEGABILE!!!! Basta sfogliare un semplice manuale di storia del cristianesimo per vedere come ogni movimento religioso modifica parzialmente una parolina per poter creare una nuova religione. Purtroppo la verità è una sola. La verità si trova nella Bibbia scritta da Dio, non quella dei traduttori un po… beh… libertini.

Soffermiamoci sul sesto comandamento (o settimo nella versione cattolica). Nella Bibbia di Gerusalemme regalatami dal gruppo religioso dei miei genitori effettivamente si parla di NON COMMETTERE ADULTERIO, gli atti impuri sono traduzioni scialbe per mettere il panico tra i credenti.
La Chiesa cattolica, come quella protestante ha MODIFICATO una delle tante paroline bibliche perché cerca di reprimere la vita sessuale dei credenti. Inoltre essendo molto generico come comandamento, l'interpretazione dello stesso è decisamente soggettivo. Il comandamento biblico ha cambiato del tutto aspetto: Dal reale “Non commettere adulterio” al falso “Non commettere atti impuri”. 

Inutile che ci si aggrappa sugli specchi e si vada a dire: “Ah ma nella Bibbia c’è scritto che bisogna essere casti e mantenere il corpo puro…”
Si! 
Lo sappiamo!!!C’è scritto!  E’ ovvio… [*applausi]
Ma non sviamo l’argomento!!!!
Qua si parla dei dieci comandamenti e dei PECCATI MORTALI. 
L’atto impuro non rientra tra i dieci comandamenti. Fatevene una ragione!
Ovviamente, come per tutti gli altri aspetti dell’umanità, bisogna poter controllare gli influssi presenti sulla terra e le varie forme del peccato: avarizia, gola, invidia, accidia. Sono tutti peccati e tra questi rientra il sesso sfrenato, orge infrasettimanali, mattine zoofile alla Cicciolina e porcherie varie.
Ci hanno inculcato l’idea che “gli atti impuri” siano  nella top ten dei peggiori peccati. 
Il processo fisiologico dell’uomo, la struttura stessa della sessualità viene considerata e soprattutto “usata” per manipolare le menti deboli. E vi ricordo il comandamento “Non usare il nome di Dio invano”.  Quindi non usiamo il suo nome per dire cose inventate dall’uomo!!! Gli atti impuri possono essere classificati in almeno trecentomila categorie: dall'atto d'amore tra due persone, ad un manga porno acquistato dall'edicolante di fiducia. Ma diamine -.-"
Benigni ha portato alla luce il vero messaggio della Bibbia che MOLTO in sintesi esprime AMORE:
  1. Nel primo, “Io sono il Signore Dio tuo…, viene stabilito un patto di amore tra la divinità e l’uomo,
  2. Nel secondo, “Non nominare il nome di Dio invano…”, ci mostra come questo nome venga usato per distruggere le altre persone, per farle terrorizzare. Non sciupiamo questo nome per cose negative…
  3. Nel terzo, “Ricordiamoci di santificare il Sabato…, viene mostrata l'importanza del riposo come nel settimo giorno della creazione con lo scopo di trovare uno spazio dedicato tutto al nostro creatore. Al mondo che ci circonda ed al sacrificio fatto dal Cristo che è divenuto nutrimento del nostro spirito;
  4. Onora il padre e la madre non ha bisogno di ulteriori spiegazioni
  5. Così come “Non Uccidere”;
  6. NON COMMETTERE ADULTERIO;
  7. Non rubare;
  8. Non dire falsa testimonianza;
  9. Non desiderare la donna del tuo prossimo.
  10. Non desiderare la roba del tuo prossimo
Fino ad arrivare al messaggio di Cristo “Ama il tuo prossimo come te stesso”...
Beh... cosa c'è da criticare in tutto questo!!! Una delle più belle catechesi di sempre. Bah...
Divulghiamo la verità! 
Non lasciamoci frenare dalla paura!
Siate liberi. 

Siate cristiani.