6.5.15

La sacralità del legame di sangue tra fratelli

I «legami di sangue», quelli che ci ritroviamo nascendo, non cambiano mai perché i genitori, i fratelli, i nonni, i cugini, rimangono tali a vita. L’apparente distanza che potrebbe presentarsi in seguito tra queste persone è del tutto modificabile. 


Si può litigare.
Si può evitare di vedersi.
Si può addirittura tentare di separarsi definitivamente.
Ma non si può distruggere un legame karmico.
Per quanto si tenti di eliminare ogni cosa, nell’anima rimane una traccia sacra. Questo accade soprattutto tra fratelli poiché hanno condiviso  lo stesso luogo di nascita. La struttura stessa del loro corpo si è formata nel medesimo posto. Non vi è nulla di più inviolabile! Il destino ha scelto di far vivere insieme due anime la parte fondamentale dell'essere umano: nascita e crescita...
Purtroppo può capitare che quando si diventa adulti subentrano sentimenti di orgoglio, di rancore, di vendetta. Influssi malevoli tentano di distruggere ciò che c’è di più sacro ecco perché più si è uniti da un legame invisibile, più si è vulnerabili a tali forze avverse. 
Ma non bisogna cadere nel tranello. Non si deve mai litigare! Bisogna incanalare tutte le proprie forze e le proprie energie per porre rimedio e per riformare ciò che un tempo era unito.

Arriverà il giorno in cui si ripenserà a tutte le giornate sprecate, a tutte le occasioni perse… distrutte dalla rabbia, dal rancore e dall’orgoglio. Sfortunatamente, nel frattempo, il tempo potrebbe aver demolito ogni possibilità di rimediare ai propri errori.
Tutto è reversibile. 
Tutto può essere perdonato.
Tutto può ritornare in equilibrio.
Tutto… tranne il tempo.
Il tempo scorre inesorabile e di certo la vita non è eterna. Essa si consuma lentamente come quando si fuma una sigaretta e tutti sanno che una volta raggiunto il filtro non si può far più niente per ripristinarla.
Ecco perché bisogna agire oggi! 

Bisogna cercare di sfruttare al meglio il tempo limitato che ci è stato concesso di vivere su questa terra. Ogni forma di odio, di rancore, di orgoglio diventa superflua, effimera. 

Bisogna soffermarsi a riflettere… ricordando il passato. 
Quanto tutto era più semplice. Quando si aveva la coscienza dell’amore vero, dell’amore puro.  
Basta osservare due piccoli fratelli che litigano ogni ora del giorno in casa, tra insulti, lotte, vendette e cattiverie. Momenti di puro odio. 
Poi, però, accade qualcosa di straordinario.
Dopo poco tempo li ritrovi nuovamente a giocare insieme, come se non fosse successo nulla. Questo accade perché la felicità vale molto di più ogni altra cosa. Questo accade perché da piccoli si è veramente umani.
Quando si cresce si tende a migliorare e perfezionare gli aspetti negativi del carattere.

Inoltre è abitudine dell’uomo moderno credere nell’illusoria speranza di ritrovarsi in pace ed armonia con tutto il mondo nella vita dopo la morte. Che si possa cancellare dall’anima ogni cosa. Una formattazione "divina"...
Illusioni. Capricci della nostra percezione che cerca disperatamente di giustificare un’esistenza priva di amore e che incita all'egoismo,
Ciò che deve essere fatto, deve essere fatto quaggiù sulla terra!
ADESSO!

Mai distruggere un legame così potente. MAI! e per nessun MOTIVO!